Hair Care

Capelli grassi: facciamo un po’ di chiarezza!

Tante persone, sia donne che uomini, sono afflitti dalla problematica di avere i capelli grassi e dalla necessità di doverli lavare ogni due giorni circa.


Ma cosa vuol dire avere i capelli grassi, o meglio la cute grassa?

Prima di tutto approfondiamone le ragioni: sotto la pelle, in prossimità della radice ci sono due tipologie di ghiandole, alcune producono sudore, le ghiandole sudoripare, e altre producono il sebo, le ghiandole sebacee.

ghiandole sudoripare

Il sebo è un grasso naturale che, miscelato al sudore, ricopre la cute, proteggendola. Ogni volta che laviamo i capelli, noi rimuoviamo questa pellicola, definita film idrolipidico, e la cute risulta pulita. Di solito questo strato ci mette circa tre giorni a riformarsi e se laviamo i capelli prima che questo accada, i detergenti possono aggredire la cute provocando secchezza.

Come potete capire se la produzione di sebo normalmente impiega circa tre giorni per creare e riversare questa sostanza grassa sulla cute, non può essere questa a sporcarvi i capelli ogni 1/2 giorni!

E quindi chi è il colpevole?

La sostanza che viene prodotta a getto continuo, in grado di bagnare la cute e farla sembrare oleosa, non è il sebo ma il sudore prodotto dalle ghiandole sudoripare. Iperidrosi è il nome che prende questa eccessiva attività ghiandolare, eccesso di sudorazione per dirla in termini semplici. Se una persona è iperidrotica è facilmente riconoscibile perché i capelli appaiono fini e spenti, privi di volume e tendono a sporcarsi frequentemente.

La cute poi è sottile e molto rigida, pertanto si dovrà evitare di usare prodotti troppo aggressivi che finirebbero per seccarla e provocherebbero l’insorgere di una forfora secca. In questo caso, vista la necessità di lavare i capelli più frequentemente di quanto consigliato (i famosi 3 giorni), diviene molto importante utilizzare dei detergenti più delicati che non aggrediscano la cute. Abbiamo detto che normalmente il sebo ci mette circa 3 giorni per riformarsi. Ma, in alcuni casi, ci può essere un’eccessiva produzione di sebo, chiamata seborrea.

Come capiamo se il sebo viene prodotto in eccesso?

Chi soffre di eccessiva produzione sebacea ha la cute grossa e molto morbida, caratterizzata da un odore “intenso”, che presenta delle scaglie bianco-giallastre di ampia dimensione che risultano visibili subito dopo il lavaggio, quando cioè l’acqua respinge l’elemento grasso attaccato alla cute (questa non è la “normale” forfora che invece vediamo cadere quando abbiamo i capelli asciutti).

Una domanda ci viene automatica: come distinguere l’iperidrosi dalla seborrea?

Questa distinzione è spesso complessa anche per i professionisti più affermati, al punto che l’iperidrosi viene definita anche pseudo-seborrea, ma confonderle può originare fastidiose conseguenze perché se laviamo con uno shampoo pensato per la seborrea, e quindi generalmente molto pulente, una cute iperidrotica, si rischia di seccarla.

Noi di Versum, sull’onda del motto di Sir Isaac Newton che afferma che “la verità si trova sempre nella semplicità, mai nel caos’’, abbiamo dato vita alla linea Normalizing.

Scopriamola insieme!

VERSUM SCALP NORMALIZING SHAMPOO + INFUSION

Due prodotti ma un’unica soluzione
per il trattamento di iperidrosi e seborrea.

Versum scalp normalizing shampoo + infusion
NO SLSNO SLESNO PARABENINO PETROLATI

Lavando regolarmente con SCALP NORMALIZING SHAMPOO e applicando dopo il lavaggio SCALP NORMALIZING INFUSION direttamente su cute umida prima di asciugare, ci assicureremo una detersione delicata, ma profonda. La doppia azione è possibile grazie alla tecnologia contenuta nei due prodotti che non mirano a pulire la cute, ma a svuotare le ghiandole sebacee e sudoripare al momento della detersione.


SCALP NORMALIZING SHAMPOO

Rimedio per i Capelli Grassi? VERSUM SCALP NORMALIZING SHAMPOO

Garantisce una detersione profonda ma delicata, senza aggredire la cute nemmeno in caso di lavaggi frequenti, grazie alla sua formulazione priva di quei tensioattivi chimici più aggressivi largamente utilizzati nel settore, ma con altri più delicati di origine naturale. L’azione astringente degli oli essenziali di limone e arancia garantisce una ‘’spremitura’’ di entrambe le ghiandole descritte, cioè sia quelle che producono sudore che quelle che producono sebo, in modo tale da rallentarne il riversamento sulla cute e favorire l’eliminazione dell’effetto oleoso dai capelli. Gli oli essenziali hanno, per loro natura, la capacità di agire in profondità, avvicinandosi alle ghiandole che producono sebo o sudore; per aumentarne l’efficacia d’azione i laboratori Versum hanno scelto di rafforzare la formula con l’aggiunta di un ritrovato della scienza di origine naturale: il bio-vettore glicinico. Partendo dall’aminoacido glicina abbiamo creato un elemento veicolante in grado di trasportare ancor più in profondità gli oli essenziali astringenti in modo da aumentare così il loro potere pulente.

Scopri il prodotto sul sito Versum →


SCALP NORMALIZING INFUSION

Capelli Grassi? Scopri Versum scalp normalizing infusion

grazie all’azione combinata degli oli essenziali di menta, di arancio dolce, di limone ed estratti di biancospino, garantisce una purificazione della cute, rimuovendo eventuali pruriti o rossori e normalizzando l’attività produttiva delle ghiandole sottocutanee. L’azione energizzante del complesso di oligoelementi garantisce inoltre il recupero del tono e del volume che si perdono in caso di iperidrosi.

Scopri il prodotto sul sito Versum →


Come applicarli?

Lavare i capelli con SCALP NORMALIZING SHAMPOO secondo necessità, applicando in seguito ad ogni lavaggio SCALP NORMALIZING INFUSION.

Dopo circa un mese proseguire nei lavaggi con SCALP NORMALIZING SHAMPOO, applicando SCALP NORMALIZING INFUSION solo 1 volta a settimana cercando di ridurre il numero di lavaggi settimanali di una unità rispetto al consueto.

Dopo 3 mesi di trattamento proseguire con il solo SCALP NORMALIZING SHAMPOO come mantenimento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *